News

Orario dal 25 luglio al 1 agosto 2021

Orario dal 18 al 25 luglio 2021

Orario dal 11 al 18 luglio 2021

Orario dal 4 al 11 luglio 2021

Domenica 4 luglio 2021 memoria dell'apparizione di San Michele A.

dal manoscritto originale del XVII sec

 

 

 

… poi il 4 luglio dello stesso annu (1213) dittu Pasturi si trovò sopra dittu Monte co le pecori à pascere, si mosse una grandi tempesta che pariva, che cadisse il Cielo sopra la Terra con flumini urribili, e à S. Michele ricordandosi dello avisu passato, sintiu una Vuci, e li disse che era stato trascuratu del Tempio, che li aviva dittu, e che facesse lo tuttu che averribbino sempre la sua protittioni, e tu al presente si liberu, come così fù, et ogni cosa si seguì di detta Ecclesia e della sua devotione.

 

Questo io so, e lo porto per memoria hoggi 16 Aprile 1631

 

D.Marco Antonio Caporale».

 

 

 

Dal libro A te, fervido arcangelo!  di Pasquale Russo

 


Orario dal 27 giugno al 4 luglio 2021

Orario dal 20 al 27 giugno 2021

Orario dal 6 al 13 giugno 2021

Orario dal 30 maggio al 6 giugno 2021

Orario dal 23 al 30 maggio 2021

Orario dal 16 al 23 maggio 2021

Orario dal 9 al 16 maggio 2021

Orario dal 2 al 9 maggio 2021

Festa di San Michele Arcangelo 8 maggio 2021

"Riceverete forza dallo Spirito Santo che scenderà su di voi, e mi sarete testimoni"

At. 1,8 

Carissimi, prepariamoci a vivere e a celebrare la festa di San Michele Arcangelo accogliendo il dono dello Spirito Santo che Gesù risorto per volontà del Padre ha effuso sulla Chiesa e su di noi. Lo Spirito ci dà la forza di affrontare ogni avversità, paura, prova e tentazione così da lodare, servire e adorare, insieme al nostro protettore San Michele, l'unico vero Dio: Padre, Figlio e Spirito Santo.


Testi completi

leggi di più

Orario dal 25 aprile al 2 maggio 2021

Orario dal 18 al 25 aprile 2021

Orario dal 11 al 18 aprile 2021

Festa della B.V. Maria della Consolazione 5 aprile 2021

Nel lunedì dell'Angelo, tradizionalmente si festeggia:

Maria SS. della Consolazione detta di Castello.

Orario dal 4 al 11 aprile 2021

Orario dal 28 marzo al 4 aprile 2021

Orario dal 21 al 28 marzo 2021

Orario dal 14 al 21 marzo 2021

Sante Quarantore - giovedì 11 marzo 2021

Sante Quarantore

chiesa SS. Annunziata

Giovedì 11 marzo Adorazione Eucaristica

Alle ore 10:30 Santa Messa ed Esposizione Eucaristica

          ore 18:00 Vespro solenne e deposizione.

Festa di San Giuseppe Patrono della Chiesa Universale

Orario dal 7 al 14 marzo 2021

Sante Quarantore giovedì 4 marzo 2021

Sante Quarantore

chiesa SS. Annunziata

Giovedì 4 marzo Adorazione Eucaristica

Alle ore 10:30 Santa Messa ed Esposizione Eucaristica

          ore 18:00 Vespro solenne e deposizione.

Orario dal 28 febbraio al 7 marzo 2021

Sante Quarantore giovedì 25 febbraio 2021

Sante Quarantore

chiesa SS. Annunziata

Giovedì 25 febbraio Adorazione Eucaristica

Alle ore 10:30 Santa Messa ed Esposizione Eucaristica

          ore 18:00 Vespro solenne e deposizione.

Sante Quarantore durante la Quaresima 2021

Sante Quarantore

chiesa SS. Annunziata

Tutti i giovedì di Quaresima, 18 e 25 febbraio, 4 - 11 - 18 - 25 marzo.

Alle ore 10:30 Santa Messa ed Esposizione Eucaristica

          ore 18:00 Vespro solenne e deposizione.

Orario dal 21 al 28 febbraio 2021

Orario dal 14 al 21 febbraio 2021

Orario dal 7 al 14 febbraio 2021

Orario dal 31 gennaio al 7 febbraio 2021

Orario dal 24 al 31 gennaio 2021

Orario dal 17 al 24 gennaio 2021

Orario dal 10 al 17 gennaio 2021

Orario dal 3 al 10 gennaio 2021

Orario dal 27 dicembre al 3 gennaio 2021

Orario dal 20 al 27 dicembre 2020

Quarta domenica di Avvento 20 dicembre 2020

 

 

 

QUARTA DOMENICA

DI AVVENTO

 

20 Dicembre 2020

 

ACCENDIAMO

LA IV CANDELA DELLA SPERANZA

 

Oggi accendiamo l’ultima candela della speranza: è ormai alle porte la venuta di Gesù. Lui è come un seme piantato nella terra, attende nel grembo di Maria di nascere ancora, qui in questa nostra casa, in questo nostro tempo, in ciascuno di noi. Facciamogli spazio nel nostro cuore, vogliamo preparare per lui una casa, una casa accogliente, luminosa e calda.

 

Il più piccolo della famiglia accende la quarta candela e la pone fuori della porta di casa.

 

Poi uno dei genitori o un altra persona della famiglia recita la preghiera:

 

Luce di speranza,  resta accesa fuori dalla nostra porta,  accogli quanti entrano e quanti escono.

 

Riscalda, illumina e rendi bella la nostra casa  nella speranza che Gesù presto nascere in ciascuno di noi

 

A questo punto si può cantare questo inno o un altro canto adatto:

 

 SI ACCENDE UNA LUCE(da youtube)

 

Si accende una luce all’uomo quaggiù,  presto verrà tra noi Gesù,

 

annuncia il profeta la novità:  il re Messia ci salverà.

 

Rit. Lieti cantate gloria al Signor: Nascerà il Redentor!

 

Poi ci si siede tutti in un luogo tranquillo della casa.

 

Lì la mamma o il papà o un altro membro della famiglia apre il Vangelo e dice:

 

Ascoltiamo ora il Vangelo di Gesù: una parola di gioia e di speranza per tutti noi!

 

 Vangelo (semplificato per grandi e piccini) Cfr. Lc 1, 26.38

 

In quel tempo, l’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chia­mata Nàzaret, L’angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Allora Maria disse: «Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola». E l’angelo si allontanò da lei.

 

Meditiamo insieme (papa Francesco, angelus IV Domenica di Avvento 2015)

 

Per celebrare in modo proficuo il Natale, siamo chiamati a soffermarci sui “luoghi” dello stupore. E quali sono questi luoghi dello stupore nella vita quotidiana? Sono tre. Il primo luogo è l’altro, nel quale riconoscere un fratello, perché da quando è accaduto il Natale di Gesù, ogni volto porta impresse le sembianze del Figlio di Dio. Soprattutto quando è il volto del povero, perché da povero Dio è entrato nel mondo e dai poveri, prima di tutto, si è lasciato avvicinare. Un altro luogo dello stupore - il secondo - in cui, se guardiamo con fede, proviamo proprio lo stupore è la storia. Tante volte crediamo di vederla per il verso giusto, e invece rischiamo di leggerla alla rovescia. [...] Questo è il secondo stupore, lo stupore della storia. Un terzo luogo dello stupore è la Chiesa: guardarla con lo stupore della fede significa non limitarsi a considerarla soltanto come istituzione religiosa, che lo è; ma sentir­la come una Madre che, pur tra macchie e rughe – ne abbiamo tante! – lascia tra­sparire i lineamenti della Sposa amata e purificata da Cristo Signore. [...]. La Chie­sa madre che sempre ha le porte spalancate e le braccia aperte per accogliere tutti. Anzi, la Chiesa madre che esce dalle proprie porte per cercare con sorriso di madre tutti i lontani e portarli alla misericordia di Dio. A Natale Dio ci dona tutto Sé stesso donando il suo Figlio, l’Unico, che è tutta la sua gioia. E solo con il cuore di Maria, l’umile e povera figlia di Sion, diventata Madre del Figlio dell’Altissimo, è possibile esultare e rallegrarsi per il grande dono di Dio e per la sua imprevedibile sorpresa. Ci aiuti Lei a percepire lo stupore - questi tre stupori l’altro, la storia e la Chiesa - per la nascita di Gesù, il dono dei doni, il regalo immeritato che ci porta la salvezza. L’incontro con Gesù farà sentire anche a noi questo grande stupore.

 

 Ora, lasciamo entrare nel cuore le parole ascoltate:

 

(proposta di ascolto del canto  ave Maria, ( a scelta  da youtube )

 

Preghiamo con un Salmo  Dal SALMO88

 

Rit. Canterò per sempre l’amore del Signore.

 

Canterò in eterno l’amore del Signore, di generazione in generazione farò conoscere con la mia bocca la tua fedeltà, perché ho detto: «È un amore edificato per sempre; nel cielo rendi stabile la tua fedeltà». Rit.

 

«Ho stretto un’alleanza con il mio eletto, ho giurato a Davide, mio servo. Stabilirò per sempre la tua discendenza, di generazione in generazione edificherò il tuo trono». Rit.

 

 «Egli mi invocherà: “Tu sei mio padre, mio Dio e roccia della mia salvezza”. Gli conserverò sempre il mio amore, la mia alleanza gli sarà fedele». Rit.

 

Vicino alla porta, poi alzando le mani tutti recitano insieme la preghiera che Gesù ci ha consegnato:

 

Padre nostro che sei nei cieli, ….

 

 Orazione finale

 

Uno dei genitori:  Preghiamo.

 

Infondi nel nostro spirito la tua grazia, o Padre:  tu, che all’annuncio dell’angelo  ci hai rivelato l’incarnazione di Cristo tuo Figlio,  per la sua passione e la sua croce  guidaci alla gloria della risurrezione.

 

 Benedizione dei genitori

 

Uno dei genitori (o la nonna/o) invoca la benedizione di Dio su tutta la famiglia:

 

Il Signore sia sopra di noi per proteggerci, davanti a noi per guidarci, dietro di noi per custodirci, dentro di noi per benedirci.

 

poi, tracciando il Segno di croce su di se stesso, prosegue dicendo: Nel Nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.  Tutti  Amen.

 

I genitori possono tracciare il segno di croce sulla fronte dei propri figli

 

 Canto .  Da troco di Jesse ( da youtube).

 

 

 

Download
Quarta domenica di Avvento
20 dicembre 2020
QUARTA DOMENICA DI AVVENTO.pdf
Documento Adobe Acrobat 230.7 KB


Download
Preghiera - ITALIANO PDF.pdf
Documento Adobe Acrobat 2.6 MB